Passeggiate e coronavirus cosa si puo fare 2020

Passeggiate e coronavirus: cosa si può fare?

** Articolo aggiornato il 3 Maggio 2020**

Su questo post troverai le disposizioni per come poter fare passeggiate e corse in Veneto e Lombardia in totale sicurezza durante la Fase II dell’emergenza Coronavirus.

Infografica ilpodismo coronavirus 4 maggio
Infografica sulle indicazioni da seguire per poter camminare e correre in sicurezza durante l’emergenza Coronavirus

Come portale dedicato alle passeggiate, alle corse e alle camminate in compagnia, riconosciamo anche noi che questo è un momento molto particolare sotto tanti punti di vista.

Ormai in Nord Italia (zona ad oggi coperta dal nostro sito), dal “lontano” 23 febbraio tutte le manifestazioni sportive hanno visto la loro sospensione a causa dell’emergenza Sanitaria dettata dal Coronavirus.

Questa situazione di blocco, a tutela della Sanità pubblica, si protrae ormai da mesi e già nelle settimane successive il blocco, a molti podisti ed appassionati non è chiaro se si possa fare anche una semplice corsa fuori casa.
Questo post vuole quindi essere di aiuto per chiarire cosa è previsto dalle Ordinanze Regionali e quindi come poter praticare la propria attività podistica in sicurezza per se stessi e gli altri.

Prima però bisogna vedere a livello Nazionale le restrizioni richieste, in quanto le ordinanze regionali sono valide solo se più restrittive.

QUESTA SITUAZIONE SOTTO ESPOSTA E’ AGGIORNATA AL 3 MAGGIO 2020. POTREBBERO ESSERE IN VIGORE NUOVE DISPOSIZIONI CHE ANNULLANO QUELLE RIPORTATE. SARA’ NOSTRA CURA TENERE AGGIORNATO LA PAGINA, CON TUTTI I LINK ALLE DISPOSIZIONI VIGENTI


La situazione delle attività motorie e passeggiate a livello Nazionale durante l’emergenza Coronavirus


Il DCPM del 26 Aprile 2020 (conosciuto come Decreto FASE 2) ha confermato l’allentamento delle attività motoria. La sezione FAQ – Fase 2 del sito Governo infatti recita:

L’attività sportiva e motoria all’aperto è consentita solo se è svolta individualmente, a meno che non si tratti di persone conviventi. A partire dal 4 maggio l’attività sportiva e motoria all’aperto sarà consentita non più solo in prossimità della propria abitazione.

[…] È obbligatorio rispettare la distanza interpersonale di almeno due metri, se si tratta di attività sportiva, e di un metro, se si tratta di semplice attività motoria. In ogni caso sono vietati gli assembramenti.
Al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività. Non è consentito svolgere attività motoria o sportiva fuori dalla propria Regione.

Pertanto a livello nazionale l’attività motoria, è possibile e non è oggetto di divieti salvo:
– il rispetto della distanza di almeno due metri (corsa);
– sia fatta individualmente,
– non necessariamente nelle vicinanze del domicilio.

Vediamo allora a livello Regionali quali sono questi divieti più stringenti.


Camminare e passeggiare in Regione Veneto – Coronavirus

Attualmente in vigore ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 43 del 27 aprile 2020 (ha integrato la nr. 40 del 13 aprile 2020) (link dell’ordinanza Regione Veneto) ma è in arrivo una nuova ordinanza che entrerà in vigore il 4 maggio 2020.

Come si può camminare, correre o passeggiare in Veneto?
Questo dice l’art. 1 dell’ordinanza della Regione Veneto (l’ultimo punto è quanto integra l’ordinanza del 27 Aprile) e la nuova ordinanza in arrivo:

– è consentito lo svolgimento individuale o con componenti del nucleo famigliare di attività sportiva o motoria quali, a titolo esemplificativo e non esaustivo, camminata, corsa, ciclismo, tiro con l’arco, equitazione, tennis, golf, pesca sportiva, canottaggio, ecc…

– al fine di svolgere l’attività motoria o sportiva di cui sopra, è consentito anche spostarsi con mezzi pubblici o privati per raggiungere il luogo individuato per svolgere tali attività, nei limiti del territorio regionale; è consentita l’attività motoria collegata all’addestramento di animali all’aperto;

– per coloro che svolgono attività motoria intensa non è obbligatorio l’uso di mascherina o copertura durante l’attività fisica intensa, salvo l’obbligo di utilizzo alla fine dell’attività stessa.

In Veneto è quindi possibile fare passeggiate e corse, purché:
• fatte individualmente (o con componenti del nucleo familiare);
• utilizzando i dispositivi di protezione (per la corsa la mascherina può essere tolta durante l’attività),
• a distanza di due metri fino da altre persone (come da DPCM 26 Aprile 2020),
• su tutto il territorio Regionale (come da DPCM 26 Aprile 2020)

Quindi fare una corsa in solitaria o una semplice camminata, rimanendo all’interno al proprio territorio comunale, in Veneto è fattibile.


Camminare e correre in Regione Lombardia – Coronavirus

Attualmente in vigore ORDINANZA DEL PRESIDENTE DELLA GIUNTA REGIONALE n. 537 DEL 30 APRILE 2020 INERENTE LE ULTERIORI MISURE PER LA PREVENZIONE E GESTIONE DELL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19 – Link all’ordinanza Regione Lombardia

Questo il contenuto dei vari articoli dell’ordinanza della Regione Lombardia:

– È consentito svolgere attività motoria o passeggiate all’aperto senza più il vincolo di rimanere entro il raggio di 200 metri dalla propria abitazione;

– L’attività può essere svolta solo individualmente, oppure con un accompagnatore nel caso di minori o persone non completamente autosufficienti, rispettando sempre la distanza di sicurezza dalle altre persone.

In Lombardia è quindi possibile fare passeggiate e corse, purché:
• fatte individualmente;
• utilizzando i dispositivi di protezione,
• a distanza di due metri fino da altre persone (come da DPCM 26 Aprile 2020),
• su tutto il territorio Regionale (come da DPCM 26 Aprile 2020)

Commenti

Lascia un tuo commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *